Il fenomeno del cosplay

7 Set

Tra le nazioni che attirano maggior interesse, dal punto di vista degli italiani, c’è il Giappone. In pochi sanno che tra Italia e Giappone c’è un’amicizia e un legame storico e diplomatico di lunga data, risalente ai primi anni dell’Unità d’Italia. Il Giappone è stata l’unica grande nazione della quale siamo costantemente alleati. Il fenomeno dei Cosplay è uno dei più imitati della sottocultura giapponese giovanile.

Cosa è un cosplay: prima di definirlo dobbiamo parlare della cultura manga e anime, cioè di un sottogenere letterario che ambienta le proprie storie in universi alternativi, spesso delle distopie, che prendono spunto dalle tradizioni giapponesi. Oppure direttamente si rifà a un mondo antico, a un Giappone rurale, raccontato attraverso gli occhi di personaggi spesso molto giovani, che si muovono in relazione a valori che ancora oggi sono considerati fondamentali nella società giapponese. La particolarità della cultura giapponese è che si tratta di un paese con forti connotazioni nazionali, proprie, antiche, millenarie si direbbe, che però da quasi due secoli ha imposto a sé stesso un modello di sviluppo “occidentale”. Il risultato è ovviamente che le sottoculture pop si diffondono anche oltre confini, oltre che sfociare nel consumismo vero e proprio.

Il cosplay identifica l’assumere una nuova identità, la maschera di un personaggio di un anime o di un manga, il tradizionale fumetto giapponese, molto diffuso anche in occidente. Ad esempio, un famoso personaggio. Data la diffusione dei manga e degli anime nella sottocultura nerd delle società occidentali, anche da noi si è trapiantato questo modo di vestirsi e di trasformarsi per una sola giornata in un personaggio dei fumetti, rendendolo letteralmente in carne e ossa. Al Lucca comics, in Italia, i cosplay fanno parte dell’evento stesso, così come in dimensioni molto maggiori al San Diego Comics in California.

I Cosplayer non interpretano staticamente il personaggio: spesso lo animano, interpretando le scene più famose o le pose nelle quali sono conosciuti dai fan. In Giappone il cosplay è diffuso soprattutto tra gli adolescenti. La differenza principale tra ciò che avviene in Europa o in America è che in Giappone i Cosplay avvengono praticamente sempre (il distretto di Harajuku a Tokyo è il principale ritrovo), in appuntamenti settimanali non legati per forza a eventi come festival e manifestazioni legati al fumetto. I costumi sono molto più ricercati e fedeli e spesso le ragazze attirano gli sguardi interessati dei turisti e degli obiettivi dei fotografi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *